Situato nella regione nordorientale dell’India, il Sikkim è un piccolo paradiso terrestre. Questo mini-stato dell’India ha un’incredibile storia di istituzione e diversità. Vantando la terza vetta più alta del mondo, Kanchenjunga, il Sikkim è anche una dimora di prati alpini, ghiacciai e grandi varietà di fiori selvatici. Con la sua capitale a Gangtok, condivide i confini con il Bhutan, il Tibet e il Nepal, riflettendo anche la loro cultura. Il clima nel Sikkim è più piacevole tra marzo e novembre, poiché regala ai visitatori la fioritura e la vibrante bellezza della natura durante quel periodo. Assistere alla possente catena himalayana dal Sikkim è un'esperienza surreale che rende questo stato assolutamente meraviglioso un rivale del paradiso. Vuoi avere maggiori informazioni sul Sikkim? Leggiamo questo blog informativo!

Storia del Sikkim

A partire dal XVII secolo, Chogyals (dinastia Namgyal) governò il Sikkim per quasi 17 anni, e il primo sovrano lama tibetano fu Penchu ​​Namgyal nel 333. Dopo il 1642, si verificarono diversi conflitti tra nepalesi, bhutanesi e tibetani, dove il Sikkim emerse vittorioso. Tuttavia, le ripercussioni di queste guerre furono terribili, poiché lo stato perse una parte dei suoi confini. Nel 1706, l'alleanza del Sikkim con la Compagnia delle Indie Orientali aiutò lo stato a riconquistare i suoi territori e infine acquistò Darjeeling. Subito dopo la firma della Convenzione di Calcutta del 1890 da parte del viceré Lord Lansdowne e dell'associato imperiale cinese di Qing, i confini del Sikkim e del Tibet si separarono. Dopo l'indipendenza, i rapporti tra Nuova Delhi e Gangtok furono ridefiniti da un trattato nel 1950.

Successivamente, il Sikkim dovette affrontare disordini interni nel mantenere la pace tra la sua gente a causa della disuguaglianza di reddito e del feudalesimo. Ciò portò a una serie di conflitti tra gli stessi governanti Chogyal. Con questo, il Chogyal fece una nuova costituzione nel 1953 e condusse le elezioni nel 1957, 1960, 1967 e 1970. Ma nulla aiutò, e tesero le mani all'India per l'associazione, così il Sikkim divenne un protettorato dell'India. Quando nel 1974 il popolo del Sikkim desiderava una maggiore associazione, l'India presentò il 35° emendamento costituzionale conferendo al Sikkim il titolo di stato associato con l'introduzione dell'articolo 2A nella Costituzione. Ma questo status eccezionale del Sikkim non poteva tenerli molto lontani dall’essere parte dell’India. Infine, un referendum (59637 persone votarono a favore dell'adesione all'India e 1496 contrari) da parte della popolazione del Sikkim portò al 36° emendamento costituzionale, e il Sikkim divenne uno stato indiano a pieno titolo nel 1975.

Per Saperne Di Più: Cose da fare nel Sikkim

Cultura del Sikkim

L'icona di integrità e diversità riflette la cultura, i costumi e le tradizioni del Sikkim. La cultura e la tradizione del Sikkim indicano una miscela di molte tribù, comunità, religioni, lingue e gruppi oltre i suoi confini. Le aree urbane dello stato danno rifugio a molti abitanti delle pianure che di solito adottano servizi governativi o alcune attività commerciali. Gli abitanti originari del Sikkim presero il nome Lepchas, mentre le persone di origine tibetana erano conosciute come Bhutias. Inoltre, ci sono molti nepalesi che emigrarono in questa terra nei tempi antichi. L'80% della popolazione del Sikkim è composta da nepalesi, la maggior parte indù ortodossi tranne Tamang e Sherpa, che seguono il buddismo. Vanta anche una rilassante cultura monastica e il monastero di Tashiding nella zona occidentale del Sikkim è considerata la più sacra. 

Successivamente la comunità adottò il buddismo e il cristianesimo e iniziò ad adorare gli spiriti buoni e cattivi. I Lepcha, i Bhutia e i nepalesi parlano le lingue lepcha, sikkimese e nepalese. Questa miscela di culture e tradizioni diverse porta con sé molte festività e rituali diversi che elevano ancora di più la vivacità del turismo del Sikkim. Festival di Bhumchu è uno dei significativi feste del Sikkim.

Il cibo del Sikkim

Il cibo del Sikkim è una miscela di India, Nepal, Bhutan e Tibet. Pur riflettendo tutte queste culture, il cibo del Sikkim comprende principalmente zuppe Sinki, gundruk, noodles, thukpa, ricotta, germogli di bambù, prodotti a base di riso fermentato, soia fermentata, sottaceti di pomodoro e anche molti altri piatti fermentati. Lo stato produce un riso straordinario, che è anche un alimento base. Venendo al suo piatto iconico tradizionale, ravioli e wonton danno piacere alle lingue dei visitatori. Tra i cibi della categoria non vegetariana, qui bisogna assaporare il gusto del pesce, del maiale e del manzo.

 Considerato il clima freddo in tutto lo stato, i piatti fermentati sono piuttosto popolari tra la gente del posto. Il metodo di cottura prevede la bollitura e la cottura a vapore durante la frittura mantenendo le spezie delicate; aggiunge unicità ai loro piatti. Anche gli abitanti del Sikkim preferiscono bere qualche bevanda, tra cui birra, whisky e rum, per tenersi al caldo. Ultimo ma non meno importante, lo stile distintivo del cibo del Sikkim è il processo di fermentazione, con il quale si conservano molti cibi non stagionali pur seguendo la loro tradizione ancestrale. Questa destinazione turistica in India delizia i buongustai con una vasta gamma servita sul piatto. I piatti sono simili a molti altri ma sono unici e deliziosi.

Arte e artigianato del Sikkim

L'arte e la cultura del Sikkim, in India, sono note per la loro tradizione di avere una buona mano nella produzione di diversi oggetti di utilità. Con questa encomiabile arte e talento, gli artigiani della regione realizzano incredibili oggetti artigianali tra cui tappeti di lana, tavoli Choksey, dipinti che delineano ringraziamenti e arazzi in tela. Esiste persino un Istituto di industrie artigianali istituito dal governo per promuovere il settore artigianale dello stato. Melli, Yuksom, Gangtok, NamchiPellingsono luoghi che affascinano il cuore dei visitatori con una serie di prodotti unici realizzati con telai a mano grazie ai loro modelli.

Le donne dello stato non sono un passo indietro rispetto agli uomini quando contribuiscono alla creatività. Anche le straordinarie abilità di tessitura delle donne locali attirano l'attenzione dei visitatori. Ciò che è molto popolare al di fuori dei confini del Sikkim è la straordinaria collezione di tappeti e carte fatti a mano. Infine, l'artigianato dei prodotti in bambù e canna completa l'arte e l'artigianato della collezione Sikkim. Gli artigiani dello stato sono abili e realizzano a mano alcuni dei pezzi più pregiati che non si trovano in nessun'altra parte del mondo.

Luoghi da visitare nel Sikkim

Il miglior riflesso del fascino naturale, il Sikkim è un bellissimo posto da visitare in quanto offre ai turisti immense opportunità di viaggio. Ecco l'elenco delle attrazioni turistiche del Sikkim che affascina il cuore dei visitatori.

  • Fai un trekking al campo base del Kanchenjunga per testare il tuo livello di resistenza.
  • Visita del monastero a Monastero di Rumtek e molti altri saranno un'esperienza profonda.
  • Festival vivaci come Lhabab Duchen più Bhumchu ecc sono buoni modi per imparare la cultura unica dello stato. 
  • Prova il parapendio e la funivia di Gangtok che è esaltante.
  • Spaccia la tua bicicletta sulla Via della Seta che può affascinarti.
  • Parti per un viaggio a Dzongri che è abbastanza duraturo.
  • Raccogli la pace nell'ipnotizzante Tsomgo Lake per rilassarti.
  • Prova alcuni dei più eccitanti sport d'avventura dell'India presso il fiume Teesta.
  • Goditi sessioni di degustazione di tè e concediti un po' di allegria all'unico Festa della Teesta

Tra tutti i tour degni di nota in India, il turismo nel Sikkim è l'opzione migliore, poiché qui la bellezza della natura è al suo apice. Lo stato ha molto da offrire quando un visitatore mette davvero piede su questa terra.

Come Raggiungere il Sikkim?

In aereo Aeroporti

L'aeroporto più vicino è l'aeroporto di Bagdogra; quindi puoi volare a Sikkim attraverso questo aeroporto. È anche importante notare che l'aeroporto di Bagdogra si trova a circa 125 chilometri dal Sikkim. Si può noleggiare un taxi o prendere un taxi condiviso dall'aeroporto a Gangtok, la capitale del Sikkim. La distanza tra Bagdogra e Gangtok è di circa 124 km, che richiedono dalle 4 alle 5 ore per essere percorsa.

Su strada

Il Sikkim ha una buona rete stradale ed è accessibile da tutti e quattro gli approcci. Puoi optare per un autobus o un taxi dalle vicine città di Siliguri o Darjeeling, ecc. Le strade sono buone e la vista durante il viaggio è molto attraente grazie alle montagne. L'NH 10 va da Siliguri a Gangtok, il che rende questo percorso preferito dalla maggior parte dei viaggiatori.

In treno

La stazione ferroviaria più vicina al Sikkim è New Jalpaiguri (NJP), che dista circa 120 km da Gangtok. Da New Jalpaiguri è possibile noleggiare un taxi o prendere un autobus per il Sikkim o qualsiasi altra parte dell'India nordorientale. La distanza da Siliguri a New Jalpaiguri è abbastanza comoda e ci sono molti treni provenienti da tutta l’India.

Conclusione 

Il Sikkim è uno stato meraviglioso con moltissimo patrimonio artistico e culturale. La gente del Sikkim è ospitale e accomodante ed è sempre un piacere visitare questa regione. È noto per la sua bellezza paesaggistica, fiere e festival attivi e pratiche culturali. Mentre sei nel Sikkim, puoi esplorare alcuni dei numerosi monasteri, assaggiare il delizioso cibo locale e interagire con le persone amichevoli. La gente del Sikkim è amichevole e diversificata e la vista del luogo è mozzafiato, rendendolo un luogo perfetto per viaggiare. Per ottenere maggiori informazioni sul Sikkim, è consigliabile visitare siti e forum relativi ai viaggi.

Organizza il tuo viaggio con Adotrip oggi. Goditi una vasta gamma di informazioni e assistenza di viaggio end-to-end e prenota voli, hotel e pacchetti turistici sotto lo stesso tetto. 
Con Adotrip, niente è lontano!

Prenota i pacchetti turistici del Sikkim

Domande frequenti

D. Perché il Sikkim è così famoso?
A.
Il Sikkim è famoso per i suoi paesaggi mozzafiato, le bellissime montagne e la ricca cultura. Ha molti monasteri famosi, panoramici il trekking percorsi e festival unici. Lo stato è anche noto per la sua gente cordiale e amichevole.

D. Qual è il periodo migliore per visitare il Sikkim?
A.
Il periodo migliore per visitare il Sikkim va da marzo a giugno e da settembre a dicembre. Il clima è piacevole durante questi mesi e puoi goderti splendidi panorami e attività all'aria aperta.

D.Il Sikkim faceva parte del Nepal?
A.
Sì, il Sikkim una volta faceva parte del Nepal. Divenne un regno separato nel XVII secolo e successivamente si unì all'India nel 17.

D. Qual è la religione del Sikkim?
A.
La religione principale del Sikkim è il buddismo, ma molte persone seguono anche l'induismo. Lo stato ha molti bellissimi monasteri e templi.

D. Qual è il famoso cibo del Sikkim?
A.
Il famoso cibo del Sikkim comprende momos (gnocchi), thukpa (zuppa di noodle) e gundruk (verdure a foglia fermentate). Questi piatti sono molto popolari e amati sia dalla gente del posto che dai visitatori.

Prenotazione voli

      Passeggero

      Pacchetti popolari


      Soggiorni nelle vicinanze

      adotrip
      Prenotazione voli Pacchetto Tour
      chatbot
      icona

      Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere sconti e offerte esclusivi nella tua casella di posta

      Scarica l'app Adotrip o iscriviti semplicemente per ottenere offerte esclusive su voli, hotel, autobus e altro ancora

      WhatsApp

      Posso aiutarla